Ultime Notizie da Santa Marta: Il nuovo Motu Proprio di Bergoglio: la demolizione definitiva del matrimonio e della famiglia” di Fra Cristoforo

Con questo nuovo Motu Proprio (http://w2.vatican.va/content/francesco/it/motu_proprio/documents/papa-francesco-motu-proprio_20170908_summa-familiae-cura.html), Bergoglio sostituisce il Pontificio Istituto Giovanni Paolo II per Studi su Matrimonio e Famiglia, fondato da Papa Giovanni Paolo II, con il “Pontificio Istituto Teologico Giovanni Paolo II per le Scienze del Matrimonio e della Famiglia”. Apparentemente sembra non cambiare nulla no? Ma c’è una parolina, che invece cambia tutto. Anzichè “Studi”, ha aggiunto “Scienze”. E certo. Perchè la famiglia secondo Omissis è “fluida”. Lo ha ripetuto in lungo e in largo in Amoris Laetitia. E lo conferma ancora in questo nuovo documento, che le famose “sfide” oggi sono quelle con le realtà diverse di famiglia. Cosa intende dunque? Intende quello che dice: “Il cambiamento antropologico-culturale, che influenza oggi tutti gli aspetti della vita e richiede un approccio analitico e diversificato, non ci consente di limitarci a pratiche della pastorale e della missione che riflettono forme e modelli del passato. Dobbiamo essere interpreti consapevoli e appassionati della sapienza della fede in un contesto nel quale gli individui sono meno sostenuti che in passato dalle strutture sociali, nella loro vita affettiva e familiare”. In soldoni: oggi il concetto di famiglia, secondo Bergoglio, non può restare legato al passato (ndr. Del Vangelo e dell’insegnamento bimillenario della Chiesa Cattolica), ma si deve aprire alle esigenze del momento. Quindi coppie concubine che possono fare la comunione, unioni civili gay ecc… E per aggiornare la Chiesa, Bergoglio ha pensato bene di demolire la “TEOLOGIA MAGISTERIALE” di Giovanni Paolo II, per sostituirla con la sua “APOSTASIA MAGISTERIALE”, a livello “scientifico”. Ecco come subdolamente l’inquilino di Santa Marta vuole dare il colpo di grazia alla famiglia e al matrimonio.

Ma c’è dell’altro. La mia fonte mi riferisce che questa novella “scuola teologica” ha l’incarico di impregnare pian piano con la nuova ideologia tutte le riviste cattoliche fino ai foglietti per la Messa. Affinchè arrivi pian piano fino al “pueblo” la nuova mentalità di apertura.

Colpo al cuore alla famiglia. Colpo al cuore alla Chiesa. A questo punto ancora nessuno ha niente da dire?

Fra Cristoforo

Advertisements