Spunto di Riflessione: quando si dice ‘dare le perle ai porci’” di Fra Cristoforo

Sul sito Katholish.de ho trovato un’ intervista fatta ad una coppia di sposi “mista”. Lei cattolica, impegnata nell’ecumenismo, e lui luterano. Abitano in una diocesi della Germania. Sono sposi dal 1982. Nella loro testimonianza raccontano che ogni domenica si recano in alternanza una volta al culto protestante, e l’altra alla Messa Cattolica. Nell’intervista dicono che ormai soprattutto li in Germania, sia consuetudine per le coppie “miste” recarsi ad entrambi i culti. Quando partecipano alla Messa Cattolica, ovviamente (dopo lo sdoganamento dell’intercomunione e messa ecumenica), anche lui si accosta all’Eucaristia. Tutto con il permesso dei Vescovi e parroci locali. Ma leggete cosa pensa quest’uomo dell’Eucaristia: “come luterano trovo la conservazione dell’Eucaristia nel Tabernacolo e la venerazione del Santissimo Sacramento cose molto irritanti” (http://www.katholisch.de/aktuelles/aktuelle-artikel/ich-durfte-nicht-mehr-pfarrer-werden).

Può un uomo che ha un’ idea del genere accostarsi all’Eucaristia?

Non è come dare le perle ai porci?

E’ quello che sta succedendo. Perché ciò che fino a qualche mese fa si reputava impossibile (intercomunione – messa ecumenica), da qualche tempo, è diventato realtà.

Fra Cristoforo

Advertisements