Diamo eco all’articolo/appello di Mons. Cesare Baronio sulla distruzione dell’Eucaristia – l’abolizione di fatto del Santo Sacrificio” di Fra Cristoforo

Ci arrivano quotidianamente segnalazioni da ogni parte d’Italia sul fatto che moltissimi Sacerdoti stanno seguendo la “moda” di cambiare le parole della Consacrazione alla Santa Messa rendendo così invalido il Santo Sacrificio. Per motivi di privacy non pubblichiamo tutto. Ma prendiamo spunto da quest’ultimo articolo di Mons. Baronio che posta un video dell’ormai famoso don Fredo (Non credo) che alla Celebrazione della Messa stravolge completamente le parole della Consacrazione rendendo così invalido il Santo Sacrificio (https://opportuneimportune.blogspot.it/2018/01/unaltra-aberrazione-delleretico-don.html). Questo articolo di Mons. Baronio non è che l’ultimo capitolo (per ora) di una lunga lista di profanazione dell’Eucaristia. Dobbiamo prendere atto di una cosa importantissima. Anche se non vi è ancora stato un pronunciamento ufficiale sullo sdoganamento della “messa ecumenica”, di fatto tale aberrazione ha già avuto il suo inizio. Proprio come avevamo preannunciato in qualche Spiffero precedente. L’abitudine di Bergoglio è quella di far iniziare il “tutto” dalla base. Per poi rendere la cosa ufficiale con qualche letterina o qualche documentino. Don Fredo infatti è uno di quei Sacerdoti che ha già iniziato l’esperienza della “messa ecumenica” , insieme ai valdesi e ai luterani (https://anonimidellacroceblog.wordpress.com/2017/09/09/spifferi-parte-xli-la-profanazione-delleucaristia-e-cominciata-ed-e-una-realta-nella-diocesi-di-torino-di-fra-cristoforo/).

Dobbiamo dunque prendere coscienza che la “messa ecumenica” è già in giro. Prestate dunque attenzione che alla Messa a cui partecipate siano ripetute in modo corretto le parole della Consacrazione. Diversamente il Santo Sacrificio non ha nessuna validità. Se le parole non sono corrette non vi è Consacrazione dell’Eucaristia. Le particole restano pane. E anche nel Tabernacolo (dove ancora esiste) viene conservato solo del semplice pane.

L’abominio della desolazione…nel Tempio Santo. Ricordate?

Mons. Cesare Baronio al termine del suo articolo lascia dei riferimenti per segnalare la cosa alla Santa Sede. Servirà a poco. Perchè è loro abitudine cestinare ciò che non interessa. Ma se vi va di segnalare questo abominio, aggiungete anche questa scelleratezza: in Germania dopo l’input del Vice Presidente della Conferenza Episcopale Tedesca sulle benedizioni alle coppie gay (https://anonimidellacroceblog.wordpress.com/2018/01/11/il-vice-presidente-della-conferenza-episcopale-tedesca-mons-bode-benedizione-alle-coppie-omosessuali-e-diaconato-alle-donne-cronache-della-neochiesa-stravagante-di-finan-di-lindisfarne/), alcuni teologi stanno già lavorando alla stesura di questo “rito” (http://www.katholisch.de/aktuelles/aktuelle-artikel/theologe-darum-braucht-es-den-segen-fur-homosexuelle). E pare che abbiano anche molta fretta. Nessuno li ferma. Siamo alla deriva totale.

Fra Cristoforo

Advertisements